Il pianeta dei Bipedi

Titolo: Il pianeta dei Bipedi
Autore: Fernando Camilleri
Editore: Sabir Editore
Data di pubblicazione: 29 settembre 2021
Genere: narrativa, fantascienza
Pagine: 262

Oggi vi parlo di un autore siciliano che ho già conosciuto ed amato per “Gli esseri oscuri” (Recensione qui)

Sono stata contattata da Fernando Camilleri che mi ha richiesto una collaborazione, stavolta per “Il pianeta dei Bipedi” che già per il titolo mi ha incuriosita.

Quindi eccomi qui, perché ovviamente ho accettato questa bellissima collaborazione, e ne sono rimasta più che soddisfatta.

~ Un grazie speciale va a Fernando Camilleri ed alla casa editrice Sabir per la copia cartacea del libro. ~

Intanto eccovi qui la trama:

Sul pianeta Nebbiolo vivono strane creature, la cui unica causa di morte è la noia. Per evitare l’estinzione del proprio popolo in un mondo grigio e spoglio Bobal, il re dei nebbiolani, è sempre all’opera per inventare nuovi programmi da mandare in onda in quella che è la sua ultima creazione e, allo stesso tempo, l’unica fonte di divertimento dei propri sudditi: la sfera televisiva. Quando il sovrano decide di utilizzare gli umani come concorrenti per il suo nuovo reality show, Il pianeta dei Bipedi, sulla Terra si scatena il caos.

Nel primo capitolo vediamo che ad ogni famiglia presente sulla Terra viene inviata una gabbia contenente un merlo indiano ed un bigliettino “l’uccello impara in fretta ogni parola detta”, ed è qui che lo show ha inizio.

Fernando Camilleri in questo romanzo ha dato prova della sua immensa bravura e creatività, mettendo in scena non solo un pianeta di alieni (con dettagliate descrizioni fisiche e dell’ambiente in cui vivono), ma anche inventando uno show partendo da zero, con noi umani protagonisti, e con atteggiamenti e scelte che portano il lettore a profonde riflessioni.

Non si tratta solo di uno show televisivo, e mi ha colpito molto per l’attualità che esso contiene, in quanto siamo quotidianamente accerchiati da show televisivi, anche se spesso non lo desideriamo, come ad esempio Sanremo e tutto ciò che porta con sé, infatti anche chi non l’ha seguito sa benissimo cosa sia successo nella varie serate dello show, questo per far capire quanto un reality possa influire nei social e nella vita di ogni famiglia.

E, a maggior ragione, in questa storia le famiglie sono state inconsapevolmente scelte come concorrenti, scoprendo ben presto le difficoltà e le regole di questo show.

“Kerner” disse “dobbiamo ricordare a Vranac che, durante la prossima spedizione, i piloti e gli assistenti saranno aiutati dagli orbecer.”

“Sono proprio curioso di vederli in azione” confessò il consigliere, unico suddito nebbiolano al quale era consentito vivere nel palazzo reale.

“Sono creature meravigliose” osservò il Re.

“Il pianeta dei Bipedi nel suo insieme è meraviglioso” precisò Kerner. “Senza ombra di dubbio, si tratta del programma migliore che io abbia mia visto. Peccato solo che non durerà ancora per molto”.

“La durata, come sai, non dipende dalla mia volontà. Sono i terrestri che dovranno provare a prolungare la loro permanenza nel gioco e i nebbiolani, di conseguenza, faranno le loro scelte.”

Il tutto viene arricchito dalle semplici ma bellissime illustrazioni di Alessandra Di Consoli, che danno un volto alle narrazioni dello scrittore!

Eccone qui un paio:

Ma, come vi avevo accennato prima, ci sono delle regole ben precise da seguire, giorno dopo giorno, per rimanere in gara, e far rimanere vivi il proprio merlo.

Quindi ogni famiglia si sbizzarrisce per far imparare al proprio merlo colonne sonore e citazioni di film, ma anche versi della cara Divina Commedia, ed opere liriche.

Ma non basta solo questo, bisogna sapere cosa dar da mangiare al merlo ed in che modo prendersene cura, e non sempre tutti ne sono capaci, ciò comporta, quindi, l’eliminazione dal gioco.

“Disgraziato! Che cavolo hai fatto? ” Urlò Osvaldo Pizzato.

La sua voce aveva un tono che rasentava la disperazione. Mariangela si svegliò di colpo. Col cuore che le batteva nel petto all’impazzata, scattò giù dal letto. “Che cosa succede? ” Domandò al marito, sollevata nel vedere che lui non c’entrava con quelle grida. “Vieni qui” Bisbigliò Nicola, senza distogliere lo sguardo dalla casa degli odiosi vicini. Con ripetuti gesti di una mano, invitò la moglie a raggiungere il suo punto di osservazione.

Non appena le spie dietro la tenda tornarono a essere due, sul balcone di fronte sbucarono il vecchio ciccione e uno dei tanti bambini pestiferi che abitavano in quella casa. Il nonno strattonava per la maglietta il nipote, che teneva tra le mani il merlo indiano.

“L’ho solo lavato” Gemette il bambino.

Il volatile gocciolava d’acqua… “

Ma eliminazione in che senso? Morte delle persone in questione? Ed il loro merlo che fine fa?

Vi starete chiedendo questo e molto altro, ma io non posso dirvi di più!

Vi dico solo che il finale è a dir poco sorprendete, e serve a rispondere a molte di queste domande sopra.

Non credo che tutto questo non sia bastato ad incuriosirvi, quindi comprate e leggete Il pianeta dei Bipedi e fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti e, soprattutto, quale sia la vostra famiglia concorrente preferita!

Stavo per dimenticare un altro elemento importante a favore di questo libro e di questa scelta della casa editrice: il dislexia friendly. Si tratta dell’utilizzo di un font di scrittura chiaro ed accessibile per chi ha dei disturbi dell’apprendimento, ormai molto diffusi al giorno d’oggi e per fortuna più gestibili e trattabili rispetto al passato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...