Il bacio del lago

 
Titolo: Il bacio del lago
Autore: Sunny Valerio
Editore: ZeroUnoUndici
Data di pubblicazione: 1 maggio 2018
Genere: giallo, thriller psicologico, paranormal
Pagine: 292

Ormai sapete della mia passione per i libri della scrittrice Sunny Valerio e, quando succede qualcosa del genere, sento la necessità di recuperare tutti gli scritti precedenti che non ho ancora letto. Ed è così che, dopo la Quercia ed i racconti della Buonanotte, ho recuperato anche Il bacio del lago.

E, terminata anche questa lettura, posso con certezza dire ( ne ero certa anche prima eh!) che Sunny Valerio è una bravissima scrittrice, capace di far provare forti emozioni al lettore.

Intanto eccovi la trama:

Una giovane famiglia felice vive tra la quiete delle montagne. E’ una domenica come tante, durante una gita all’incantevole lago di Santa Sofia, la piccola Brigitte scompare nel nulla. La bambina non viene mai ritrovata né viva, né morta. La vita dei suoi genitori è distrutta per sempre. La madre, Eva, ha perso la ragione e passa le sue giornate credendo di vedere ancora sua figlia. Roberto si prende cura della moglie con pazienza e devozione, aiutato da sua cugina. Vent’anni dopo, Roberto assume una ragazza per accudire Eva. La bellissima Anja è perfetta per questo ruolo e sorprende tutti per l’assurda somiglianza con la piccola Brigitte. Presto l’uomo si troverà sospeso tra l’amore paterno e il sentimento che per troppo tempo ha represso. Anja invece capirà da subito quanto sia legata a Brigitte; non è solo perché vive in casa sua e dorme nella sua stanza, la sogna, parla con lei e le inquietanti profezie di Eva la lasciano senza fiato. Deve scoprire la verità e sa che potrà farlo solo dove tutto è cominciato: al lago di Santa Sofia. Una travolgente storia d’amore impossibile, in cui macabri misteri e rancore porteranno alla fine o a un nuovo inizio di tutto.

Da una parte abbiamo Eva e Roberto, una coppia distrutta dalla perdita della propria figlia di tre anni, di cui non si è mai ritrovato il corpo; e dall’altra parte abbiamo Anja, una giovane ragazza che cerca la sua indipendenza e vuole allontanarsi dalla sua opprimente famiglia. Anja trova lavoro nella casa della coppia, per far compagnia e prendersi cura di Eva, che dopo vent’anni dalla morte della figlia, ha ormai perso ogni contatto con la realtà, vivendo in un mondo suo dove la piccola è ancora viva e quotidianamente in casa.

Ma perché questi tre personaggi si collegano tra loro? Cos’hanno che li accomuna?

Sicuramente la spaventosa somiglianza di Anja con Brigitte è già un buon inizio… Ma andiamo avanti con la recensione!

~

Non pensavo sarebbe stato così difficile staccarsi da questo libro, ed oggi, a fine lettura, posso dire che questa storia, ed il modo in cui è stata raccontata, contiene qualcosa di magico che mi ha stregata del tutto!

Dalla trama e dalle descrizioni da me raccontate, può sembrare un classico giallo, ma così non è; con Il bacio del lago, infatti, assistiamo a qualcosa di più, perché presenta elementi paranormali ed esoterici.

E come può non intrigare ed attrarre?

Non so voi, ma io trovo questi argomenti molto affascinanti. Tutto quello che riguarda presenze, sensazioni e suggestioni… Tutti elementi presenti nei libri di Sunny Valerio, e che riescono sempre a rapirmi dalla realtà per trasportarmi in luoghi meravigliosi.

~

Fin dall’inizio si parla della pazzia di Eva e della sua fragilità mentale… Ma è realmente tutto così semplice o c’è un qualche fondo di verità?

Anja proprio non trovava come giustificare gli eventi, né perché Eva parlasse della figlia come se fosse presente e potesse vederla. La cosa più razionale era pensare che la sua psiche fosse afflitta da allucinazioni, come anche la sua famiglia aveva anticipato, ma le coincidenze con i suoi sogni erano troppo tangibili per incolpare solo l’instabilità mentale.

Tutto intorno ad Anja inizia a prendere forma, coincidenze e fatti che neanche lei riesce a capire, ma che accadono nella sua vita, come se fosse tutto già scritto.

Ed intorno a lei c’è Eva, e ci sono i sogni, che spesso sembrano più vividi della realtà

«Non puoi» disse piano la donna.

Brividi veloci corsero lungo la schiena della giovane. Le stesse parole della bambina in sogno.

E come se non bastasse, ad attrarre ancora di più noi lettori, si aggiungono anche i personaggi secondari, che servono a tessere al meglio questa ragnatela di inquietanti avvenimenti.

I personaggi secondari sono:

Clarissa, la cugina di  Roberto, insieme al figlio Stefano; e poi vi sono Angelica ed Azad.

Angelica, in particolar modo, è la vecchia saggia della situazione, dal cuore d’oro e con anni di esperienza che porta come un grande fardello sulle sue spalle:

Ricurva su se stessa per il peso degli anni che gravavano sulla schiena, da tanto ormai non più eretta, pareva ancora più bassa e minuta di quel era. Infagottata da stoffa grigio antracite, lasciava scoperte solo le mani sottili e fragili e il viso animato da una lucidità mentale ancora infallibile, nonostante i tanti anni che le accartocciavano i lineamenti e ne mettevano in risalto il naso aquilino.

E, come sfondo di questo meraviglioso racconto, c’è un altrettanto luogo incantato: il lago di Santa Sofia.

L’ambientazione surreale e mistica è racchiusa in questo lago, in cui accade ogni cosa, luogo contraddittorio di vita e di morte.

Un senso di inquietudine, ma allo stesso tempo di fascino per l’occulto, per ciò che è celato ai nostri occhi.

Ma il lago di Santa Sofia ha un nonsoché di magico, non so se ti fa lo stesso effetto: sembra baciato da Dio e dal demonio allo stesso tempo.

Questo libro è riuscito a rapirmi e l’ho terminato in pochi giorni, con quella sensazione di leggere e leggere senza fermarmi.

Questa necessità di continuare la lettura, ed anche i brividi e l’eccitazione provata, sono tutte caratteristiche che pochi libri mi hanno fatto provare, tra cui alcuni di Zafon, ed è per me un gran complimento paragonare Sunny Valerio al mio scrittore preferito, per farvi capire quanto suggestivo ed esoterico sia Il bacio del lago.

~

E poi il finale… qualcosa di inaspettato e sorprendente!

Mi aspettavo una conclusione non banale, ma comunque che rientra nel genere thriller, e quindi la soluzione del mistero ed un lieto fine per i personaggi coinvolti, ed invece sono rimasta senza parole per tutto quello che accade. Alcune azioni compiute dai personaggi fanno capire le loro scelte e conseguenze di ciò che hanno fatto. E con questo voglio dire che, molti ruoli che nelle storie possono rappresentare la parte cattiva della situazione, in realtà non lo sono, perché bisogna prima di tutto mettersi nei loro panni e capire perché hanno scelto di compiere certe azioni. Non voglio dire che giustifico ogni azione fatta, ma che bisogna immedesimarsi prima di giudicare un determinato comportamento.

Sono stata travolta da scene ricche di suspense e pathos ed ero lì, sul filo di un rasoio a scoprire ogni dettaglio agghiacciante.

Non aggiungo altro, solo che è stata un’esperienza bellissima leggere questo libro, ed è un’esperienza che dovete fare anche voi.

~

Ed una piccola curiosità prima di chiudere: in questi giorni ho anche letto, in anteprima, il nuovo libro di Sunny Valerio, Figlia Unica, che contiene gli stessi personaggi del bacio del lago, ma presenta una storia a sé stante, quindi leggibile separatamente.

E posso dirvi che mi ha rapito e travolto ancor di più di questo, provando brividi, tensioni e sensazioni uniche.

Vi dico solo questo e spero in futuro di parlarvene in un articolo tutto dedicato al libro, ed intanto, se non l’aveste già fatto, acquistate e gustatevi gli altri libri di questa eccezionale scrittrice!

In particolare trovate anche recensione di:

  • I Racconti della Buonanotte qui
Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...